Presentazione

Il Press Club Brussels Europe (PCBE), in collaborazione con la Link Campus University, lancia un’iniziativa di formazione in rete per il giornalismo e la comunicazione digitale in Europa.

L’iniziativa, chiamata Participative European Newsmaking (PEN),  mira a promuovere il giornalismo collaborativo e incoraggiare i professionisti del settore a sviluppare progetti congiunti su temi inerenti all’UE, coinvolgendo le loro comunità di utenti, in modo da raggiungere un pubblico paneuropeo.

L’obiettivo è dotare i professionisti dell’informazione e della comunicazione delle conoscenze teoriche e delle abilità pratiche necessarie per evolvere verso un approccio imprenditoriale al giornalismo di approfondimento in un mondo che è sempre più dominato dai social media e dal content marketing. I partecipanti sono immersi in un ambiente stimolante dove possono collegarsi e creare reti professionali di giornalismo partecipativo.

L’iniziativa viene attuata in collaborazione con diverse organizzazioni partner in tutta Europa, quali istituti di formazione, associazioni della stampa e organizzazioni professionali , al fine di massimizzare la promozione e la partecipazione tramite l’organizzazione di attività formative durante tutto l’anno, sia presso il PCBE  e la Link Campus University, sia presso le sedi dei partner.

Perché l’iniziativa è importante

La gente riceve sempre più le informazioni tramite i social media, sebbene i giornalisti siano riluttanti ad ammetterlo. Inoltre, sempre più dati sono disponibili. I giornalisti devono quindi affinare le loro abilità per interagire col pubblico al passo con la rivoluzione digitale. Ultimo ma non meno importante, vecchi modelli di business sono in declino e hanno bisogno di essere sostituiti da nuovi modelli di business più adatti alla produzione e alla distribuzione digitale.

Il PCBE intende aiutare i colleghi ad adeguarsi a queste nuove tendenze ed essere più competitivi. Le attività formative coprono le norme etiche, le buone prassi, gli strumenti digitali,  le piattaforme e i modelli di business, offrendo ai partecipanti la possibilità di sperimentare modalità innovative per raggiungere il loro pubblico, produrre contenuti e monetizzare il loro lavoro.

L’iniziativa presta particolare attenzione alle nuove forme di finanza partecipativa (crowd-funding), basate sulla partecipazione del pubblico, che rappresentano sempre valide alternative alle tradizionali fonti di reddito dei media (pubblicità, vendite, abbonamenti).

Che cosa puoi imparare

I partecipanti acquisiscono le seguenti competenze:

  • sviluppo di progetti partecipativi
  • raccolta e visualizzazione di dati
  • creazione di mappe interattive
  • identificazione e coinvolgimento degli utenti
  • produzione di contenuti in collaborazione con altri giornalisti e cittadini
  • utilizzazione di strategie cross-platform (web e mobile),
  • realizzazione di campagne sui social media e creazione di media partnership per aumentare l’audience e il crowd-funding

La dimensione europea

Il corso fornisce ai partecipanti esempi pratici che dimostrano come sia possibile coprire tematiche vicine agli interessi dei cittadini non solo da una mera prospettiva nazionale ma anche, e soprattutto, da una più ampia prospettiva europea e  internazionale, riuscendo a collegare la dimensione globale con quella locale.

Il corso copre, infatti, un’ampia gamma di argomenti, tra loro e interdipendenti, che si prestano alla realizzazione di progetti partecipativi di lungo termine. In particolare, il focus verte sui grandi temi del terzo millennio legati alle politiche Ue: la salute, l’ambiente, l’energia, la tutela dei consumatori, la sicurezza alimentare, lo sviluppo, la migrazione, ecc.

Il Press Club Brussels Europe 

Il PCBE è un’associazione internazionale di giornalisticon sede a Bruxelles. E’ nato nel febbraio 2011, in collaborazione con la Regione di Bruxelles-Capitale,  con l’obiettivo di fornire un forum per conferenze e dibattiti con e tra i membri dei media su temi d’interesse europeo e globale.